Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

30 aprile 2020 - Informativa ai connazionali - Aggiornamento

Data:

30/04/2020


30 aprile 2020 - Informativa ai connazionali - Aggiornamento

Si informa che durante la sessione odierna presieduta dal presidente Milutin Simović, il Comitato nazionale di coordinamento per la gestione delle malattie infettive ha dato il suo consenso alla modifica di alcune singole disposizioni, impartendo istruzioni vincolanti per consentire, come annunciato, da lunedì 4 maggio, quanto segue:

- Gestione di negozi (tessuti, calzature, articoli tecnici, materiali da costruzione, artigianato, servizi, parrucchieri e saloni di bellezza, palestre e centri fitness, librerie, studi dentistici, scuole guida, servizi di noleggio auto, musei e gallerie, ecc. .);

- Trasporto urbano in taxi;

- Trasporto urbano pubblico in quei Comuni in cui l'Istituto di sanità pubblica non ha registrato casi di contagi da coronavirus;

- Possibilità che i cittadini raggiungano case / cottage e fattorie di proprietà della famiglia in altri Comuni.

Le nuove misure, che entrano in vigore alla data di pubblicazione e si applicano a partire dal 4 maggio, stabiliscono che il datore di lavoro è tenuto a fornire ai dipendenti una mascherina protettiva e un disinfettante per lo svolgimento del lavoro nelle strutture, nei locali e nei veicoli. È stato inoltre chiarito che è responsabilità del datore di lavoro garantire il rispetto coerente delle misure da parte degli utenti dei servizi e dei visitatori.

Per alcune attività sono previsti obblighi speciali.

Le aziende e gli imprenditori impegnati nel commercio al dettaglio, compresi i mercati verdi, sono tenuti a:

1. fornire disinfettanti per le mani ai consumatori all’entrata / uscita dalla struttura conformemente alle indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro;

2. limitare il numero di consumatori che possono essere presenti contemporaneamente nella struttura, in modo tale che ci sia un solo consumatore ogni 10 m², con l'obbligo di rispettare una distanza fisica di almeno 2 metri dagli altri consumatori e dai dipendenti;

3. garantire nei punti vendita più grandi (mercati, supermercati, ipermercati, ecc.) il controllo del numero di consumatori che entrano e escono dalla struttura, nonché la separazione dai registratori di cassa dei consumatori mediante pannelli / pannelli di plexiglass trasparenti;

4. garantire che tutti i dipendenti, compresi i venditori e i gli utenti del mercato verde, indossino mascherine protettive, secondo le indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro;

5. garantire / contrassegnare una distanza di almeno 2 metri tra le persone di fronte ai punti vendita, ai registratori di cassa e nei settori in cui le merci sono servite dai dipendenti;

6. affiggere in modo evidente all'ingresso del negozio un avviso circa le misure provvisorie prescritte per la prevenzione e la trasmissione del virus e le relative istruzioni per la loro applicazione;

II. Le aziende e gli imprenditori impegnati nel settore dell'artigianato, dei servizi, nella manutenzione di attrezzature, strumenti, apparecchi, veicoli a motore, macchine edili e agricole, ispezione tecnica dei veicoli sono tenute a:

1.organizzare il lavoro in modo tale che ci possa essere un solo un utente del servizio 10 m² di superficie, con l'obbligo di rispettare una distanza fisica di almeno 2 metri tra gli utenti dei servizi, ovvero tra l'utente e il fornitore del servizio;

2.garantire agli utenti la presenza di uno strumento per disinfettare le mani all'entrata / uscita dalla struttura;

3.Indossare una mascherina protettiva (dipendenti e utenti del servizio).

III. Le aziende e gli imprenditori che forniscono servizi di parrucchiere e cosmetici sono tenuti a:

1. organizzare il lavoro in modo da garantire la presenza di una sola persona ogni 10 m² o eccezionalmente di due persone con l'obbligo di rispettare una distanza fisica di almeno 2 metri tra loro; qualora ciò non fosse possibile, creare una barriera tra le sedie di lavoro (di materiale non assorbente ad un'altezza di almeno 2 metri);

2. fornire agli utenti del servizio mezzi per disinfettare le mani all’entrata/uscita dalla struttura;

3. I dipendenti e gli utenti del servizio sono obbligati a indossare una mascherina protettiva e, nel caso in cui l'utente si faccia la barba o faccia o un trattamento cosmetico al viso, e dunque non può indossare la mascherina, il dipendente è obbligato a indossare una visiera o occhiali oltre alla mascherina protettiva, secondo le indicazioni delI’Istituto di sanità pubblica del Montenegro.

IV. Le imprese e gli imprenditori che forniscono servizi di fitness e palestra sono tenuti a:

1. organizzare il lavoro in modo tale che ci sia solo una persona ogni 10 m² o eccezionalmente due persone, con l'obbligo di rispettare una distanza fisica di almeno 2 metri tra gli utenti dei servizi;

2. fornire agli utenti del servizio mezzi per disinfettare le mani all’entrata e all’uscita dalla struttura.

3. i dipendenti sono tenuti ad indossare una mascherina protettiva, tranne durante l'allenamento / esercizio attivo;

4. gli utenti dei centri fitness e delle palestre sono tenuti a disinfettare la superficie e il dispositivo utilizzato, con un disinfettante adeguato, oltre a rispettare le altre misure del caso, in conformità con le indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro.

V. I titolari di ricevitorie o sale scommesse sono tenuti a:

1. organizzare il lavoro in modo tale che ci sia solo una persona ogni 10 m²;

2. fornire agli utenti del servizio mezzi per disinfettare le mani all’entrata e all’uscita dalla struttura;

3. i dipendenti e i giocatori sono obbligati ad indossare mascherine protettive e ad osservare una distanza fisica di almeno 2 metri;

4. il giocatore che compila le schedine deve usare la sua penna;

5. i giocatori che fanno giochi d'azzardo hanno l'obbligo di disinfettare le macchinette e gli strumenti di gioco dopo ogni utilizzo, in conformità con le indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro.

L’attività dei casinò è ancora vietata.

VI. Gli enti statali, le amministrazioni locali, le banche, gli uffici postali e altri soggetti giuridici sono tenuti a:

1.organizzare il lavoro in modo tale che nella sala degli sportelli ci sia una sola persona ogni 10 m², e assicurarsi che gli utenti dei servizi rispettino la distanza fisica di almeno 2 metri;

2.installare uno schermo (realizzato in materiale solido non assorbente e trasparente) tra il dipendente e l'utente del servizio;

3.fornire agli utenti del servizio mezzi per la disinfezione delle mani all'entrata / uscita dalla struttura,

4. i dipendenti e gli utenti dei servizi hanno l’obbligo di indossare mascherine protettive, conformemente alle indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica.

VII. Le istituzioni culturali (biblioteche, archivi, musei e gallerie) sono tenute a:

1. organizzare il lavoro in modo tale che ci sia solo una persona ogni 10 m², e assicurarsi che sia rispettata una distanza fisica di almeno 2 metri tra gli utenti dei servizi;

2. fornire mezzi agli utenti del servizio per disinfettare le mani all’entrata/uscita dalla struttura;

3. i dipendenti e gli utenti dei servizi hanno l’obbligo di indossare mascherine protettive, secondo le istruzioni dell'Istituto di sanità pubblica.

VIII. Gli studi dentistici sono tenuti a:

1. organizzare il lavoro previa prenotazione obbligatoria da parte dei pazienti;

2. garantire la presenza di un solo paziente ogni 10 m² nella sala d'aspetto e assicurarsi che venga rispettata una distanza fisica di almeno 2 metri tra i pazienti.

3. fornire ai pazienti mezzi per la disinfezione delle mani all’entrata/uscita dallo studio;

5. tutti i dipendenti hanno l’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale, in conformità con le indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica e della Camera dei dentisti del Montenegro.

IX. I proprietari di veicoli per il trasporto di passeggeri nei Comuni in cui non esistono casi di trasmissione del virus sono obbligati ad effettuare il trasporto applicando le misure di prevenzione (indossando mascherine protettive, con il divieto di stare in piedi nel veicolo), secondo le indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro.

È in vigore la sospensione del trasporto pubblico di passeggeri in autobus interurbani, extraurbani e urbani, ad eccezione del trasporto organizzato per i lavoratori. Questo divieto non si applica nel caso di trasporto pubblico urbano e locale di autobus e furgoni nei Comuni in cui non si sono registrati casi di contagio.

X. Gli autisti di taxi che effettuano il servizio sul territorio comunale (taxi urbano) sono tenuti a:

1. trasportare non più di due persone nel veicolo sul sedile posteriore con l’obbligo che passeggeri e conducente indossino mascherine di protezione.

2. il conducente è tenuto a disinfettare le superfici più frequentemente toccate dai passeggeri (maniglie delle portiere, finestrini e sedili interni) alla fine di ogni corsa, conformemente alle indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro.

XI. I soggetti giuridici e gli imprenditori che forniscono servizi di autonoleggio (rent-a-car) sono tenuti a:

1. organizzare il lavoro in modo tale che nell’uffiicio in cui si noleggia il veicolo possa esserci una sola persona ogni 10 m² di superficie;

2. i dipendenti e gli utenti del servizio hanno l’obbligo di indossare mascherine protettive all'interno della struttura di noleggio.

3. fornire agli utenti mezzi per la disinfezione delle mani all'entrata / uscita dalla struttura;

4.disinfettare l'interno del veicolo a noleggio con disinfettanti adeguati prima dell'ingresso dell'utente, nonché dopo la restituzione del veicolo da parte dell'utente, conformemente alle istruzioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro;

XII. Le persone giuridiche che si qualificano come istruttori di guida (scuole guida) sono tenute a:

1. organizzare il lavoro in modo tale che ci possa essere una sola persona nella stanza in cui si apprende la teoria e si sostiene l’esame di teoria ogni 4 m² di superficie della stanza;

2. fornire agli utenti del servizio mezzi per disinfettare le mani qall’entrata / uscita dai locali;

3. i dipendenti e gli utenti del servizio sono obbligati a indossare mascherine protettive, con l'obbligo di rispettare una distanza fisica di almeno 2 m.

4. le scuole guida sono obbligate a disinfettare l'interno del veicolo con disinfettanti adeguati prima e dopo aver utilizzato i veicoli per l'addestramento pratico dei candidati e o per l’esame di guida, conformemente alle indicazioni dell'Istituto di sanità pubblica del Montenegro.

XIII. Gli agricoltori e le persone che possiedono case / cottage con terreni in altri comuni possono raggiungerli:

1. esibendo un modulo da scaricare e dal sito web dell’Istituto di sanità pubblica debitamente compilato. (Le informazioni riportate sul modulo e il soggiorno effettivo all'indirizzo specificato saranno soggetti a controllo.)

2. evitare obbligatoriamente il contatto con altre persone (tranne i membri del nucleo familiare).

3. assicurare una distanza fisica di almeno 2 metri da altre persone quando si eseguono lavori agricoli.

XIV. I titolari di una licenza per la pesca sportiva e commerciale o di una licenza nautica possono raggiungere il luogo in cui pescano o in cui navigano.

1. le persone in possesso di tali licenze sono obbligate a portarle sempre con sé.

XV. Gli impiegati del settore pubblico sono tenuti ad indossare mascherine protettive mentre lavorano in ambienti chiusi.

XVI. I membri del nucleo familiare sono esentati dalla misura che prevede che nelle aree pubbliche non ci sia più di una persona; tuttavia hanno l'obbligo di mantenere una distanza fisica di almeno 2 metri rispetto ad altre persone.


355