Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DEL 14 DICEMBRE 2021. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SPOSTAMENTI DA E PER L’ITALIA

Data:

15/12/2021


ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DEL 14 DICEMBRE 2021. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SPOSTAMENTI DA E PER L’ITALIA

ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DEL 14 DICEMBRE 2021

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SPOSTAMENTI DA E PER L’ITALIA

 

Si informa che con Ordinanza del Ministero della Salute del 14 dicembre 2021 sono state prorogate le misure relative agli spostamenti da e per l’Italia già disposte con l’Ordinanza del Ministero della Salute del 22 ottobre 2021.

Si segnalano gli elementi fondamentali e le modifiche rilevanti della nuova Ordinanza ai fini degli spostamenti tra l’Italia e il Montenegro, invitando per approfondimenti a visitare i siti www.esteri.it e www.viaggiaresicuri.it .

Il Montenegro resta inserito nel cosiddetto ELENCO E.

L’Ordinanza in parola sarà in vigore dal 16 dicembre al 31 gennaio 2022.

Gli spostamenti dall’Italia verso i Paesi dell’Elenco E (tra cui il MONTENEGRO) restano consentiti soltanto in presenza di uno dei seguenti motivi:

a) esigenze lavorative;

b) assoluta urgenza;

c) esigenze di salute;

d) esigenze di studio;

e) rientro presso domicilio, abitazione o residenza propri o di persona, anche non convivente, con la quale vi è una comprovata e stabile relazione affettiva.

 

Allo stesso modo, L’INGRESSO IN ITALIA per le persone che hanno transitato o soggiornato, nei quattordici giorni antecedenti all'ingresso in Italia, in uno Stato o territorio dell’elenco E (tra cui il Montenegro), resta consentito esclusivamente in presenza di determinati motivi o condizioni:

1) esigenze lavorative;

2) assoluta urgenza;

3) esigenze di salute;

4) esigenze di studio;

5) rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;

6) ingresso nel territorio nazionale da parte di cittadini di Stati membri dell'UE, di Stati parte dell'accordo di Schengen, di Andorra, del Principato di Monaco, della Repubblica di San Marino, dello Stato della Citta' del Vaticano e loro familiari;

7) ingresso nel territorio nazionale da parte di cittadini di Stati terzi soggiornanti di lungo periodo ai sensi della direttiva 2003/109/CE del Consiglio, del 25 novembre 2003, relativa allo status dei cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché di cittadini di Stati terzi che derivano il diritto di residenza da altre disposizioni europee o dalla normativa nazionale e loro familiari;

8) ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l'abitazione o la residenza di una persona di cui ai punti 6) e 7), anche non convivente, con la quale vi è una comprovata e stabile relazione affettiva;

9) partecipazione da parte di atleti, tecnici, giudici e commissari di gara, rappresentanti della stampa estera e accompagnatori a competizioni sportive di livello agonistico, riconosciute di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) e regolate da specifico protocollo di sicurezza adottato dall'ente sportivo organizzatore dell'evento.

 

IMPORTANTE

Gli ingressi in Italia consentiti ai sensi della normativa devono avvenire nel rispetto delle seguenti modalità:

- presentazione al vettore al momento dell'imbarco e a chiunque è deputato ad effettuare controlli del Passenger Locator Form (https://app.euplf.eu) in formato digitale oppure in copia cartacea stampata;

- NOVITA’: presentazione al vettore all'atto dell'imbarco e a chiunque sia deputato a effettuare i controlli, della certificazione di essersi sottoposto nelle 72 ore antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale a un test molecolare (PCR), effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo OPPURE A TEST ANTIGENICO, EFFETTUATO PER MEZZO DI TAMPONE E RISULTATO NEGATIVO, NELLE 24 ORE ANTECEDENTI ALL’INGRESSO NEL TERRITORIO NAZIONALE;

- obbligo di isolamento fiduciario presso l'indirizzo indicato nel Passenger Locator Form per un periodo di 10 giorni;

- obbligo di effettuare un nuovo test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone, alla fine del periodo di isolamento fiduciario di 10 giorni.

 

Restano in vigore le disposizioni relative alle eccezioni previste, in specifici casi, per quanto concerne l’obbligo di isolamento fiduciario e/o di presentare un test molecolare/antigenico prima dell’ingresso, così come le disposizioni relative ai minori (si ricorda, ad ogni buon fine, che i bambini di età inferiore ai 6 anni sono esentati dall’obbligo di effettuare il test molecolare o antigenico).

Per tutti i dettagli in merito alle eccezioni si rimanda all’informativa pubblicata da questa Ambasciata il 25 ottobre, disponibile al seguente link https://ambpodgorica.esteri.it/ambasciata_podgorica/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/2021/10/urgentissimo-ordinanza-del-ministero.html .

 

 


474