Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Eventi della XXIII Settimana della lingua italiana in Montenegro

PIC 2

La Settimana della Lingua Italiana nel mondo, giunta quest’anno alla XXIII edizione e incentrata sul tema “L’italiano e la sostenibilità“, è stata celebrata in Montenegro con un programma di tre eventi rivolti in particolare alle giovani generazioni.

Il 17 ottobre, presso il Centro Sportivo dell’Università del Montenegro, si è tenuto il “Green Game”: un progetto didattico patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, che da 11 anni coinvolge gli studenti italiani sui temi della sostenibilità ambientale e delle corrette modalità di raccolta differenziata, e e che per la prima volta, su iniziativa dell’Ambasciata, ha varcato i confini nazionali.

Con il sostegno dei Consorzi Nazionali per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi BIOREPACK, CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA, il team di Peaktime, produttore del quiz, ha offerto una straordinaria esperienza di apprendimento, che ha coinvolto attivamente circa 100 alunni, oltre a docenti e dirigenti scolastici, di 9 scuole secondarie di secondo grado provenienti da tutto il paese, in attività interattive e avvincenti, dimostrando di essere un efficace strumento per sensibilizzare i giovani sulle questioni ambientali non solo in Italia.

I giovani montenegrini si sono cimentati in un quiz con domande a risposta multipla e a tempo che hanno riguardato la raccolta differenziata, la tutela e il rispetto dell’ambiente e della sostenibilità ambientale, con l’obiettivo ultimo di aumentare la loro consapevolezza dell’ambiente e della necessità di preservarlo. L’evento si è svolto interamente in lingua italiana.

pic 2

L’edizione di quest’anno della SLIM, ha fornito l’occasione anche per celebrare il centenario della nascita di Italo Calvino, con un incontro formativo dal titolo “Dimidiato, mutilato, incompleto, nemico a sé stesso è l’uomo contemporaneo – Le diverse forme di sostenibilità nell’opera di Calvino”, tenutosi il 19 ottobre, per approfondire il pensiero ecologista dello scrittore italiano.

L’incontro, organizzato in collaborazione con questo Ministero dell’Istruzione e con l’ONG “Centro italiano di Cultura di Podgorica -Cult.it”, ha visto la partecipazione di insegnanti e docenti di lingua italiana nelle scuole e nelle Università del Montenegro, che hanno avuto modo di confrontarsi con la professoressa Maura Locantore, dottore di letteratura italiana comparata presso l’Università Tor Vergata di Roma e l’Università francese di Poitiers, sul tema della consapevolezza e della sostenibilità ambientale, nonchè sull’influenza della letteratura sulla nostra relazione con la natura.

393782594 768147088690028 6272180028425956231 n

A conclusione delle celebrazioni di questa edizione della Settimana della Lingua Italiana nel mondo, il 20 ottobre, si è tenuto presso la “Europe House” della Delegazione UE in Montenegro un evento dal titolo “Eppure il vento soffia ancora”, organizzato in collaborazione con gli alunni del Liceo “Slobodan Škerović” e della Scuola di musica “Andre Navarra” di Podgorica.

Lo spettacolo, attraverso un viaggio tra parole e musica di alcune famose canzoni italiane, ha proposto una riflessione rispetto al mondo che ci circonda, nell’intento di lanciare un messaggio di consapevolezza ambientale. L’esibizione è stata svolta da selezionati studenti di lingua italiana delle due scuole menzionate.

spettacolo

Si segnala inoltre che, per garantire una maggiore presenza della lingua italiana anche nel Nord del Paese, si è colta l’occasione della SLIM per aprire una rassegna di film italiani, nella cittadina di Bijelo Polje, organizzata in collaborazione con l’IIC di Belgrado e con il Centro culturale del Comune di Bijelo Polje. Nello stesso frangente si è provveduto a inaugurare la mostra fotografica “Elena, regina d’Italia”, già presentata a Cetinje e a Pljevlja.